Posizionare un e-commerce senza contenuti, si può?

Quasi ogni consulente SEO ripete all’infinito che i contenuti originali e di qualità sono necessari, se non obbligatori, per ogni sito web. Ma io non sono pienamente d’accordo e come al solito vado controcorrente. Non sono anticonformista, sia chiaro, ma navigando tra i vari annunci immobiliari per cercare la casa definitiva, mi sono accorto che, nonostante la corretta ottimizzazione SEO del sito, io e mia moglie non stavamo leggendo la descrizione dei vari appartamenti ma solo il prezzo, la zona e il numero dei locali. Solo in un secondo momento saremmo poi andati oltre. Possibile che un comportamento del genere abbia influenza sui risultati di ricerca di Google e che lo stesso motore di ricerca ne tenga in considerazione? Sarebbe quindi possibile posizionarsi senza contenuti?

La prima conferma

Sarà colpa dell’empatia, oppure della telepatia, fatto sta che quanto mi è balenato nel cervello mentre ero su un noto sito immobiliare, anche Francesco Margherita di SEO Garden ne ha parlato in uno dei suoi webinar a cui ho assistito casualmente mentre ero alla ricerca di dati, o di qualunque cosa mi confermasse la mia intuizione. Anche Francesco nel suo seminario interattivo ne ha parlato con convinzione, o almeno cosi mi è sembrato, e tra le righe anche lui ha suggerito una strategia SEO da sperimentare per un e-commerce.

Posizionare un sito di vendita online

Normalmente in ogni sito di vendita online abbiamo delle categorie a cui sono associati tutti i relativi prodotti. In un sito di commercio elettronico non manca certo la scheda prodotto con descrizione, prezzo ed eventuali caratteristiche tecniche, senza dimenticare immagini e video. Da questo punto, la mia intuizione da SEO Analyst mi porta ad affrontare 3 situazioni:

  • La prima situazione è che l’e-commerce in questione deve essersi già sottoposto ad una ottimizzazione SEO onpage, quindi il SEO Specialist di turno deve aver completato di ottimizzare la link Juice nel modo migliore possibile;
  • La seconda situazione vuole che la scheda prodotto deve essere minimizzata, lasciando inalterata solo l’immagine, un eventuale video e alcune caratteristiche tecniche del prodotto, come il colore, le dimensioni e le funzionalità di base. La descrizione lunga (tanto per capirci) va troncata quasi completamente (potresti decidere di lasciare un breve riassunto);
  • La terza ed ultima situazione (che probabilmente sarebbe invece la prima cosa da fare) riguarda l’apertura di un blog nello stesso dominio del sito di commercio elettronico in questione. Questo perché attraverso i contenuti del blog, è possibile trasferire valore a determinati prodotti, o addirittura a categorie di prodotti aggregati, tramite una rete di link interni ben strutturata.

Conclusioni

Per un sito di e-commerce un blog è secondo me la punta di diamante tramite la quale trasferire valore al sito di vendita. Decisamente meglio che realizzare chilometri di descrizioni senza senso senza magari avere molte idee a riguardo, visto che uno dei problemi più comuni legati ad un sito di e-commerce è proprio la creazione di contenuti per prodotto e categorie. Sicuramente da sperimentare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *